Trekking: 2 giorni ad Alghero

Due giorni di trekking ad Alghero.

1° giorno: sabato 25 maggio, trekking da Punta Giglio a Porto Conte.

Appuntamento alle h. 7.15 in Piazza Veneto e partenza non oltre le h. 7.30 per arrivare a Fertilia verso le h. 9.30

Da Fertilia ci dirigeremo verso Porto Conte dove lasceremo le macchine nel parcheggio adiacente al parco.
Punta Giglio è il nome di un’oasi naturalistica appartenente al Parco di Porto Conte ad Alghero.
Il percorso inizia lungo una stradina sterrata, immerso nella pineta e dove si possono trovare varietà di piante appartenenti alla macchia mediterranea come ginepri, la scilla marittima, il lentischio, la fillirea, il rosmarino nonché la palma nana tipica della zona e ospita anche numerose specie animali quali la volpe, cinghiali e tartarughe.

IMG-20190331-WA0015Dopo circa un’ora e mezzo si arriva a Porto Agra, una piccola cala il cui arenile è costituito da ciottoli, scogli e rocce piatte.
Si prosegue poi lungo le falesie a strapiombo sulle acque smeraldi sottostante la Punta De Rumani, regalandoci un panorama mozzafiato sul gigante dormiente di Capo Caccia.
Il sentiero intervallato da tratti boschivi e altopiani termina davanti alla caserma abbandonata della seconda guerra mondiale, che nel 1943 ospitava circa 60 soldati che stazionavano in attesa del nemico, mai arrivato.
Continuando lungo la sterrata troveremo altre testimonianze di archeologia militare come fortificazioni, fortini e punti di avvistamento.

Dopo aver visitato questo sito, proseguiremo verso Cala Taltanella, meglio conosciuta con il nome di La Bramassa, una piccola cala con spiaggetta, dove si potrà fare un bagno prima di raggiungere le macchine per andare in campeggio.

2° giorno: domenica 26 maggio, trekking da Capo Caccia a Cala della Barca.

Per chi parte da Nuoro appuntamento alle h. 7.15 in Piazza Veneto partenza h. 7.30, incontro all’ingresso di Fertilia h. 9.30 davanti alla Chiesa Sacro Cuore.

Da Fertilia ci dirigeremo verso Tramariglio dove lasceremo alcune macchine al parcheggio di Casa Gioiosa, per poi proseguire per Capo Caccia.
IMG-20190331-WA0006Capo Caccia nota come il gigante dormiente è un promontorio di roccia calcarea che insieme a quello di Punta Giglio racchiude il Golfo di Porto Conte.

Il percorso circondato dalla bassa macchia mediterranea inizia davanti all’isola Foradada e risalendo lungo le falesie potremo ammirare dall’alto Cala d’Inferno circondata da alti costoni rocciosi erosi dal vento di maestrale.
Il nostro tragitto proseguirà nel canalone sotto Punta Malrepos e ci condurrà verso un punto panoramico dove potremo ammirare la guglia Punta Terra Ruja.
Continuando il nostro cammino tra panorami mozzafiato raggiungeremo Torre della Pegna, torre Aragonese costruita su una falesia di oltre 200 metri di altezza a picco sul mare, dove faremo sosta per il pranzo.

Da qui scenderemo verso Cala Della Barca non prima di aver ammirato Cala Della Puntetta che si trova di fronte all’ Isola Piana, per raggiungere lo sterrato che ci condurrà all’uscita del Parco.

NOTE:
Vi informiamo che l’ingresso al Parco ha un costo di 3 euro a persona.
Presentazione delle escursioni giovedì 23 maggio 2019 alle ore 20.30 in sede.
Organizzatrici: Maggie, Laura, Teresa e Farida

IMG-20190521-WA0006IMG-20190324-WA0065IMG-20190521-WA0005

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbero interessarti anche...